Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

Camera di Commercio di Mantova
HOME


Logo Registro Imprese
Ricerca nel Registro


Cassetto digitale dell'imprenditore

Elenco siti tematici

vai al sito promoimpresa borsa merci

vai al sito


Agenzia del Demanio, Lombardia
Vendita e asta di beni demaniali

Selezione di un esperto di fatturazione elettronica
La scadenza per presentare le domande è il 20 settembre 2018

Open scope: la transcodifica è conclusa
I produttori devono verificare l'esatta riclassificazione dei propri AEE

La tua opinione vale e ci aiuta a migliorare i nostri servizi
Indagine customer satisfaction: Valuta questo sito con gli emoticons

 
AGENDA EVENTI
<< Settembre 2018 >>
L M M G V S D
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30

Movimprese 1° trimestre 2015

 

 

 

LA DINAMICA DELLE IMPRESE MANTOVANE

Le forme giuridiche con valori di crescita positivi sono le società di capitali (+0,4%) e le “altre forme” (cooperative e consorzi) con un +0,2%, mentre le società di persone e le imprese individuali vedono una diminuzione della loro consistenza, pari rispettivamente al -0,8% e al -0,4%.

L’analisi delle attività economiche della nostra provincia evidenzia una contrazione di quasi tutti i settori, con le sole eccezioni dei servizi di supporto alle imprese (+2,3%), delle attività immobiliari (+0,2%), dell’estrazione di minerali (+5,9%) e della sanità e assistenza sociale (+1,9%); da segnalare anche un aumento del +3,6% delle aziende che operano nella fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata, anche se  la loro incidenza sul totale delle imprese è minima. I settori che, al contrario, sentono maggiormente la crisi sono i servizi di alloggio e ristorazione          (-1,6%), le attività finanziarie e assicurative (-1,2%) e le costruzioni (-1,1%); il commercio e le attività manifatturiere  vedono un calo del -0,7% per entrambe.  

Ancora una volta è il comparto artigianale, che rappresenta un terzo del totale delle imprese iscritte alla Camera di Commercio, a mostrare le sofferenze più acute: tra gennaio e marzo il saldo tra aperture e chiusure di aziende artigiane è stato di 164 unità in meno, determinando una contrazione del -1,3%, un dato peggiore rispetto sia a quello regionale (-0,7%) sia a quello nazionale (-1,1%).

Nel dettaglio dei settori nei quali opera l’artigianato mantovano, che alla fine del primo trimestre 2015 conta 12.586 imprese, aumenti si evidenziano solo nei servizi di informazione e comunicazione (+1,6%). Risultano in calo, invece, tutti gli altri comparti, tra cui tutti i settori tipici dell’artigianato, come le costruzioni (-1,7%), le attività manifatturiere (-1,1%), la riparazione di autoveicoli e motocicli (-1,5%), il trasporto e magazzinaggio (-1,3%), la trasformazione alimentare (gelaterie, gastronomie, pizzerie, ecc.), con -4% e le attività tecniche come fotografi, grafici e collaudatori, ecc. (-2,5%).