Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

Camera di Commercio di Mantova
Registrati  -  Hai dimenticato la password?
HOME > Regolazione del mercato > Metrico e ispezioni > Preimballaggi


Logo Registro Imprese
Ricerca nel Registro



Elenco siti tematici

vai al sito promoimpresa borsa merci

vai al sito

vai al sito imprendo anch'io


Preimballaggi

La sorveglianza su preconfezionati e preimballaggi in massa e volume di tipo nazionale e cee

Per imballaggio preconfezionato o preimballaggio intendiamo l'insieme costituito dal prodotto e dal suo contenitore. Un prodotto si dice preconfezionato quando l'operazione di confezionamento viene effettuata in assenza dell'acquirente, secondo quantitativi standard determinati in anticipo e tali da non poter essere modificati senza alterare l'imballaggio stesso. Il quantitativo in massa o in volume riportato sull'imballaggio prende il nome di "valore nominale".

Un pacco di pasta o una bottiglia di acqua sono esempi di preimballaggi in quanto la loro preparazione viene effettuata in assenza dell'acquirente, il quantitativo contenuto ha valori standard e non può essere modificato senza manomettere il contenitore.

Le normative che regolano la produzione dei preimballaggi possono essere comunitarie o nazionali (Decreto Legge 451/76 Icona pdf; Legge 690/78 Icona pdf; Decreto del Presidente della Repubblica 391/80 Icona pdf). Gli ispettori della CCIAA sono deputati a svolgere la sorveglianza sul confezionamento attraverso il controllo:

  • delle quantità di prodotto effettivamente contenute nelle singole confezioni
  • delle procedure adottate dalle aziende per garantire la conformità dei lotti di confezionamento alla normativa.

I fabbricanti e gli importatori di preimballaggi, di tipo diverso da quelli CEE, sono obbligati a comunicare, prima di iniziare la produzione o l'importazione, al Ministero delle Attività Produttive, tramite l'ufficio attività Ispettive della Camera di Commercio:

  1. il codice della sigla identificativa dei loro prodotti;
  2. il luogo di applicazione di tale sigla;
  3. se la sigla si riferisca alla produzione oraria ed alla macchina confezionatrice ovvero a parametri differenti.

Le principali regole previste per i preimballaggi sono le seguenti:
- in un lotto di confezionamento il contenuto medio effettivo non deve essere inferiore a quello nominale indicato sull'imballaggio;
- i preimballaggi il cui contenuto effettivo presenti un errore, in meno, doppio rispetto a quello tollerato, non possono essere commercializzati.

Gli errori tollerati in meno (espressi in grammi o millilitri)

Valori nominali in grammi o millilitriERRORE max tollerato in grammi o millilitri
Da 5 a 509%
Da 50 a 1004.5
Da 100 a 2004.5%
Da 200 a 3009
Da 300 a 5003%
Da 500 a 1.00015
Da 1.000 a 10.0001.5%

Il controllo sui preconfezionati viene effettuato per campioni e può essere di tipo non distruttivo (senza aprire l'imballaggio) o di tipo distruttivo (comportante l'apertura e distruzione dell'imballaggio).

Il numero dei campioni da esaminare è fissato in base al tipo di controllo ed alla numerosità del lotto di confezionamento, può essere effettuato con due diverse modalità:

  1. controllo del contenuto effettivo di ciascun campione;
  2. controllo della media dei contenuti effettivi dei campioni.

Gli strumenti di controllo utilizzati dai produttori devono essere di tipo legale e con una sensibilità adeguata alla quantità di prodotto contenuto nella singola confezione:

Quantità nominale del preimballatoValore di una divisione dello strumento
A partire da 10 g0.2 g
A partire da 50 g0.5 g
A partire da 200 g1 g
A partire da 2.000 g2 g
A partire da 5.000 g5 g
A partire da 10.000 g10 g
A partire da 20.000 g20 g
A partire da 50.000 g50 g

Qualora nella confezione dei preimballaggi vengano utilizzati strumenti di peso a funzionamento automatico con dispersione non inferiore a due volte gli errori in meno della tabella deve farsi ricorso ad una selezionatrice ponderale, di tipo regolamentare approvato, opportunamente inserita nel circuito di confezionamento.

Ad eccezione dei prodotti dolciari di peso uguale o inferiore a 30 g, in tutti i preimballaggi il cui contenuto sia maggiore di 5 g o 5 ml è obbligatoria l'iscrizione della quantità nominale il cui valore numerico deve essere seguito dal simbolo o dal nome dell'unità di misura adottata.

Le iscrizioni devono essere indelebili, situate nello stesso campo visivo del nome del prodotto, ben leggibili e con le seguenti dimensioni:

Quantità nominale in g o mlAltezza minima in mm
Fino a 502
Oltre 50 fino a 2003
Oltre 200 fino a 1.0004
Oltre 1.0005

Dove andare

UFFICIO METRICO E ISPEZIONI
Largo di Porta Pradella, 1
46100 Mantova
Tel. 0376234370 - Aldrighetti Davide (Responsabile)
Tel. 0376234372 - Zanetti Alessandro
Tel. 0376234257 - Iannattone Benedetto
Fax 0376234425
Per inviare una e-mail consulta la pagina dei contatti

ORARIO DI APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 8:30 alle 12:00,
dal martedì al venerdì su appuntamento con prenotazione al n. 0376.234370