Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

Camera di Commercio di Mantova
Registrati  -  Hai dimenticato la password?
HOME > Comunicazione > CAMERA NEWS > 2006 > Bilancio di previsione 2006


Logo Registro Imprese
Ricerca nel Registro



Elenco siti tematici

vai al sito promoimpresa borsa merci

vai al sito

vai al sito imprendo anch'io


Il bilancio di previsione per il 2006

Il consiglio camerale del 27 ottobre ha approvato all'unanimità il bilancio di previsione per il 2006. "Di fronte alle esigenze dell'economia mantovana – commenta il presidente Ercole Montanari – abbiamo impresso una svolta rispetto al passato in termini di servizi e di supporto alle imprese. L'anno 2006 potrà perciò avviarsi in un quadro di norme definite, frutto di una intesa che ha anche attraversato fasi di acceso dibattito interno, ma che è approdata a una più solida cornice di riferimento e di un confermato impegno collegiale di azione".
Sempre più forte sarà la spinta impressa sul versante della promozione economica per la quale via Calvi ha stanziato 2 milioni e 400 mila euro, il 6,6% in più rispetto al precedente bilancio, con voci di spesa rilevanti riguardo, in particolare, a credito, turismo e marketing territoriale, internazionalizzazione, studi e informazione economica, sostegno all'innovazione e all'università e qualità e promozione. Proprio in quest'ultima voce rientrano numerosi investimenti trasversali ai diversi comparti con particolare attenzione alla modernizzazione del sistema economico. "Innovazione e trasferimento di contenuti tecnologici – recita la relazione al bilancio - sono due filoni di cui nel 2006 la Camera di Commercio si occuperà attivamente, attraverso la costituzione di un "innovation point", punto di approdo di un'iniziativa regionale finanziata dal fondo perequativo di Unioncamere: si tratta di un servizio che riguarda il supporto alle Pmi nel campo del trasferimento di conoscenza e della ricerca e dell'innovazione, che nel 2006 dovrebbe concretizzarsi nella creazione di una piattaforma di Knowledge Management utile alle imprese per trovare informazioni utili sul "come fare" innovazione. Inoltre, attraverso uno stanziamento iniziale di 100mila euro, promuoveremo bandi ad hoc che prevedano il finanziamento di investimenti per innovazione e ricerca, di idee che apportino qualità ai processi e ai prodotti, coinvolgendo eventualmente anche l'ambiente universitario, dei centri di ricerca e del credito, gli uni per l'apporto di conoscenza che possono trasferire alle aziende, le banche per il cofinanziamento dei bandi che si andranno a proporre sul territorio".
Tra le nuove attività che vedranno una imminente concreta attuazione vi è anche l'Osservatorio della cooperazione di Mantova, una struttura che farà da modello per l'intero sistema camerale lombardo e che intende monitorare il variegato mondo della cooperazione anche al fine di modulare azioni e piani di intervento che favoriscano un virtuoso sviluppo del comparto.
Sul fronte del credito e del sostegno agli investimenti delle imprese sono stati stanziati 500.000 euro che verranno destinati sia alla tradizionale forma di agevolazione veicolata attraverso i consorzi fidi, sia innovando l'offerta con nuove forme agevolative per Basilea Due con la proposta di bandi destinati a finanziare l'introduzione di metodi di autodiagnosi finanziaria all'interno delle aziende e di realizzazione di check-up sulla struttura patrimoniale e per la creazione di reti d'impresa e integrazioni a livello di filiera produttiva/di servizio. Inoltre, sarà potenziata l'attività di animazione del "tavolo del credito" con iniziative volte a realizzare "unità di crisi" in collaborazione con il sistema bancario per la prtrimonializzazione del debito attraverso la stesura di un protocollo tra banche e Camera di Commercio con il quale definire forme di solidarietà finanziaria che permetta alle imprese in difficoltà di superare momenti di crisi finanziaria. "L'obiettivo finale – commenta il presidente camerale Ercole Montanari - è ammodernare il rapporto tra il sistema creditizio finanziario e il sistema produttivo; diffondere tra le piccole e medie imprese strumenti di agevolazione che si affianchino alle tradizionali linee di credito e accrescere le possibilità di accesso al capitale di rischio e a nuovi prodotti e servizi finanziari".

Prospetto riassuntivo delle iniziative di promozione e informazione economica

Voce di spesa
Previsione 2006
Turismo e marketing territoriale

220.000

Internazionalizzazione

195.000

Qualità e promozione

450.000

Credito e finanza

500.000

Studi e informazione economica

170.000

Innovazione, ricerca e trasferimento tecnologico

200.000

Formazione e nuove imprese

105.000

Borsa Merci – MaMu

300.000

Progetti di rete

150.000

Regolazione del mercato

50.000

Spese per organizzazione fiere, mostre e attività commerciale

60.000


Totale


2.400.000

Scarica la relazione al bilancio di previsione 2006