Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

Camera di Commercio di Mantova
Registrati  -  Hai dimenticato la password?
HOME > Registro imprese > Comunica > FAQ


Logo Registro Imprese
Ricerca nel Registro



Elenco siti tematici

vai al sito promoimpresa borsa merci

vai al sito

vai al sito imprendo anch'io


FAQ - Domande e risposte

Le faq verranno realizzate anche in base ai quesiti posti dagli utenti scrivendo alla posta elettronica del Registro Imprese

1. Iscrizione di una ditta individuale senza immediato inizio dell'attività economica
Compilare il modello di iscrizione nei campi: Tipo domanda (con l'indicazione della sezione) / Dati Anagrafici / Residenza / Ditta / Sede / Attività prevalente dell'impresa (descrivere l'attività dichiarata ai fini IVA). Non dovranno essere i compilati i riquadri Attività esercitata nella sede / Data inizio attività impresa / e nel campo dei Dati Anagrafici non andrà compilata la partita IVA che si richiede con l'invio della CU.
La certificazione dell'impresa riporterà alla voce Attività prevalente esercitata dall'impresa: "Costituzione nuova Impresa ai sensi art. 9 L. 40/2007 senza immediato inizio attività economica di" seguita dalla descrizione inserita al rispettivo riquadro.

2. Iscrizione di una impresa individuale artigiana
Con la pratica CU è necessario richiedere l'iscrizione anche nella sezione dei piccoli imprenditori (fino ad oggi invece era possibile iscrivere l'impresa artigiana "pura" nella sola sezione degli imprenditori artigiani). Con disposizione dirigenziale dell'area anagrafica, alle imprese artigiane che utilizzano Comunica verrà applicato un solo bollo ed un solo diritto da corrispondere al registro imprese.

3. Denuncia inviata ai soli fini INPS
Per comunicare le iscrizioni/variazioni/cessazioni solo all'INPS è ora necessario compilare gli appositi riquadri integrati nella modulistica Fedra (o StarWeb o semplificata), si raccomanda in questo caso di selezionare "modo bollo esente" (N) in quanto la pratica non è assoggetta all'imposta di bollo e non deve pagare alcun diritto di segreteria. Si ricorda che qualora la pratica pervenga al RI con l'imposta di bollo assolta tramite la CCIAA (modo bollo E) verrà addebitato in ricevuta l'importo del bollo. Si veda in proposito la nota del Ministero dello Sviluppo economico del 12 aprile 2010

4. Posso inviare con CU l'iscrizione di una ditta individuale (già dotata di partita IVA) entro i 30 giorni consueti?
Con Comunica la domanda dovrà essere presentata lo stesso giorno dell'inizio attività in quanto, come cita anche il Ministero nella sua lettera del 1/10/2009 prot. 85801 "sia la lettera che la ratio della legge precludono la possibilità di avviare l'attività d'impresa prima della presentazione della Comunicazione Unica".
Fino al 31 marzo queste domande potranno invece essere presente utilizzando il modello I1 con le "vecchie" modalità e quindi senza CU.

5. Chi può firmare la pratica di Comunicazione Unica?
La normativa in merito ai soggetti obbligati o titolati alla presentazione agli enti non è variata. Per agevolare la gestione di più firmatari nell'ambito di un'unica pratica, l'applicativo ComUnica è dotato di una funzione di import/export che permette di scambiare la pratica tra più persone o studi (anche via e-mail) semplificando la compilazione e firma in momenti diversi.

6. Può essere ancora utilizzata la procura?
Il Ministero dello Sviluppo Economico ha emesso una circolare (n. 3616/C del 15 febbraio 2008)che descrive le modalità di incarico per procura. E' possibile scaricare il modello di procura.
Dal 1° novembre 2010 il Registro delle Imprese di Mantova, accetterà solo domande/denunce firmate digitalmente dai soggetti obbligati alla presentazione (non sarà più accettata quindi la procura).

7. Quali sono le novità introdotte dalla nuova procedura?
La Comunicazione Unica introduce alcune novità rilevanti per il Registro delle Imprese:

  1. Tutte le imprese, comprese quelle individuali, comunicano la loro costituzione contemporaneamente al Registro delle Imprese e all'Agenzia delle Entrate
  2. Le imprese individuali che non iniziano l'attività si iscrivono "inattive", come le società
  3. L'oggetto dell'impresa individuale "inattiva" è espresso dall'attività dichiarata nei modelli IVA
  4. La codifica ATECO è unica tra Registro delle Imprese e Agenzia delle Entrate, come concordato tra gli enti e l'ISTAT e in vigore dal 1° gennaio 2008. Il codice ATECO IVA sarà iscritto nel Registro delle Imprese
  5. Quando l'impresa comunica l'inizio attività, l'ufficio della Camera di Commercio pone l'impresa in stato "attiva" e attribuisce un nuovo codice ATECO, in base alla descrizione presentata nella modulistica RI (il codice potrebbe essere diversa da quello IVA se l'impresa ha modificato l'attività).

Gli effetti di tali novità si rileveranno dalle visure camerali che daranno, dopo la fase sperimentale, opportuna visibilità del fatto che l'impresa (soprattutto individuale) si è solamente costituita ed ha in corso attività organizzative ed eventualmente attende autorizzazioni, in vista di una futura attività al momento non esercitata.

8. Si può continuare ad utilizzare la vecchia procedura (Tyco) per inviare le pratiche con Telemaco?
Sarà utilizzabile solo per la presentazione dei bilanci d'esercizio, per il deposito dell'elenco soci delle s.p.a., e per l'invio di pratiche a rettifica di protocolli sospesi per pratiche non Comunica.

9. ComUnica è utilizzabile da tutte le imprese?
Sì, tutte le imprese possono utilizzare ComUnica. Per informazioni è disponibile un servizio di assistenza telefonica al numero 199 50 20 10

10. L'attivazione di un'impresa individuale inattiva è soggetta al pagamento di diritti e bolli?
La dichiarazione di inizio attività presentata successivamente dall'impresa individuale non è soggetta al pagamento di diritti di segreteria (nota del Ministero dello Sviluppo economico del 12 aprile 2010) ed è esente dall'imposta di bollo.
Questo sarà applicato solo se:
1) nel modello note si faccia riferimento al numero di protocollo della prima pratica;
2) l'attività intrapresa non sia diversa da quella comunicata nella domanda di iscrizione come impresa inattiva.

11. Come posso iscrivere una società semplice costituita con contratto scritto privato e non autenticato?
Le società semplici costituite con contratto scritto privato e non autenticato non hanno la possibilità di registrare il contratto senza il codice fiscale. Viene pertanto consigliato di inviare, entro 30 giorni dall'atto costitutivo, una domanda di iscrizione della società e contestuale richiesta di attribuzione del codice fiscale e partita IVA; l'ufficio registro imprese sospenderà la domanda ed aprirà una richiesta di correzione per consentire all'utente di allegare successivamente la copia conforme dell'atto completo degli estremi di registrazione, in formato .pdf/A e firmata digitalmente.

Altre FAQ sono disponibili al sito registroimprese.it