Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

Camera di Commercio di Mantova
HOME > Registro imprese > Bolli, diritti e costi

Bolli, diritti e costi

Imposta di bollo

Le domande di iscrizione o di deposito nel registro delle imprese sono di norma soggette all’imposta di bollo, salvo eccezioni previste dalla legge. L’assolvimento dell’imposta di bollo avviene con modalità virtuali ed è comunque dovuta indipendentemente dall’esito dell’istruttoria, ovvero sia che questa si concluda con l’iscrizione oppure con il rifiuto della pratica presentata.

L’imposta di bollo non è dovuta per:

- le denunce al REA (Repertorio delle notizie economiche e amministrative)

- le domande presentate dalle cooperative sociali iscritte nell’Albo Nazionale delle società cooperative nella sezione a mutualità prevalente - categoria cooperative sociali, compresa anche la prima domanda di iscrizione nell’Albo (in quanto ONLUS ai sensi del Decreto legislativo n. 460/1997).

La presentazione delle pratiche al registro delle imprese o al REA avviene esclusivamente con modalità telematica (o presentate su supporto informatico) ed utilizzo della firma digitale con assolvimento dell’imposta di bollo in modo virtuale.

L’importo del bollo si differenzia a seconda della forma giuridica dell’impresa:

- € 17,50 per imprese individuali

- € 59,00 per società di persone

- € 65,00 per società di capitali, cooperative (escluse le cooperative sociali) e altri soggetti collettivi iscritti nella sezione ordinaria del registro delle imprese.

L'ammontare dell'importo del bollo, come chiarito dall’agenzia delle Entrate con propria circolare n. 67/E del 7/8/2002, è comprensivo dell’imposta di bollo dovuta complessivamente per la domanda e per la relativa documentazione allegata.

Si evidenzia che anche la richiesta di iscrizione (o di cancellazione) della società (escluse le società semplici) nella sezione speciale del registro delle imprese con la qualifica di impresa artigiana o con qualifica di impresa agricola è soggetta all’assolvimento dell’imposta di bollo a seconda della forma giuridica dell’impresa richiedente.

Casi particolari di importi relativi all’imposta di bollo

Alcune tipologie di domande sono soggette all’assolvimento dell’imposta di bollo in misura diversa da quelle sopra descritte e precisamente:

1) deposito di atto di trasferimento d'azienda

2) iscrizione all’Albo Nazionale delle società cooperative

3) iscrizione nell’apposita sezione del REA per mediatori e agenti o rappresentanti di commercio


Novità:
Imposta di bollo per le domande di iscrizione dell'atto di scioglimento e contestuale richiesta di cancellazione di società di persone con intervento del notaio 

A seguito d'indicazione dell'Agenzia delle Entrate, l’istanza di cancellazione è considerata domanda autonoma e soggetta ad imposta di bollo, non può quindi essere assolta tramite il MUI pagato per la registrazione dell’atto di scioglimento.
Pertanto, al momento del deposito della domanda, nella distinta della pratica occorrerà riportare l’assolvimento del bollo in entrata tramite la Camera di Commercio per l’importo di € 59,00. 


 

Modalità di assolvimento dell’imposta di bollo

L’imposta è corrisposta in modo virtuale e quindi occorre prestare molta attenzione in fase di chiusura della pratica. Si distinguono tre modalità di assolvimento dell’imposta:

Avvertenze per la corretta indicazione dei dati bollo sul modello “distinta”.

Pratiche telematiche - errata indicazione dell'assolvimento dell'imposta di bollo.

Diritti di segreteria

Gli importi dei diritti di segreteria per il registro delle imprese, in vigore dall'1 agosto 2012, sono stati aggiornati con il Decreto Interministeriale (Ministero dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministero dell'Economia e delle Finanze) del 17 luglio 2012, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 177 del 31 luglio 2012.

È possibile consultare e scaricare la Tabella A, con i diritti di segreteria vigenti per il registro imprese.

Con la Comunicazione unica effettuata in modalità telematica, l’importo dei diritti di segreteria viene scalato automaticamente dal proprio conto TelemacoPay o da altro conto (a seconda della tipologia di convenzione e/o abbonamento stipulati) al momento della protocollazione automatica della pratica. Si ricorda che in caso di “REINVIO” di una pratica telematica già sospesa non si deve attivare la protocollazione automatica ma solo il flag su “REINVIO” e scegliere il protocollo RI della pratica da associare.

Per la sola presentazione delle pratiche cartacee relative ai soggetti iscritti nel Registro delle Persone Giuridiche Private affidato alle Camere di commercio dalla Regione Lombardia, i diritti di segreteria devono essere versati sul conto corrente postale n. 274464 intestato a Camera di commercio di Mantova, indicando nella causale la dicitura “Diritti di segreteria persone giuridiche” seguita dalla denominazione della persona giuridica e dall’eventuale numero REA.

Gli addetti camerali all’istruttoria delle pratiche telematiche possono intervenire in correzione degli importi auto addebitati dall’utente al momento della spedizione della pratica, al fine di allineare il versamento dei diritti di segreteria all’effettiva tipologia di comunicazione o di evento trasmesso al registro delle imprese.

Diritto annuale

In caso di prima iscrizione dell’impresa, sia individuale che societaria, e di eventuali unità locali o sedi secondarie è dovuto il pagamento del diritto annuale anche per localizzazioni di imprese con sede legale all’estero; ugualmente, i soggetti iscritti nel REA (es. associazioni, fondazioni, enti, comitati, organismi religiosi) sono tenuti a versare il diritto annuale a favore della Camera di commercio in cui sono annotati.

Si informa che le persone fisiche iscritte nell’apposita sezione REA (in quanto non svolgenti le attività di mediatore o di agente e rappresentante di commercio, così come previsto dai Decreti del Ministero dello Sviluppo Economico 26/10/2011) sono tenute al pagamento del diritto annuale quale soggetto R.E.A. a favore della Camera di commercio in cui sono annotate sulla base della provincia di residenza dell’interessato. Eccezione a questo principio è il caso in cui la “persona fisica – soggetto REA” sia nel contempo titolare anche di una propria impresa individuale, in questo caso prevale la competenza territoriale del registro imprese in cui è iscritta l’impresa individuale e nei confronti del quale dovrà essere presentata la domanda di iscrizione come “persona fisica – soggetto REA”; conseguentemente in questi casi sarà dovuto un solo diritto annuale relativo all’impresa individuale. Vedasi in proposito il parere del Ministero dello Sviluppo Economico protocollo n. 123108 del 19 luglio 2013.

Al fine di reperire ulteriori informazioni in materia di diritto annuale è possibile consultare le note e istruzioni pubblicate nella sezione Diritto annuale.

Tassa di concessione governativa

Le pratiche relative ad inizi attività di installazione di impianti, autoriparazione, pulizia, disinfezione, disinfestazione, sanificazione, derattizzazione, facchinaggio, commercio all’ingrosso, agenzia di affari in mediazione, agenzia e rappresentanza di commercio, spedizioni sono soggette al pagamento della Tassa di Concessione Governativa pari ad euro 168,00, oltre al versamento dei diritti di segreteria ed eventuali bolli previsti per lo specifico adempimento. Il versamento è dovuto anche nei casi di nomina/aggiunta di responsabili tecnici o preposti.

Sono esentate dal pagamento della Tassa le cooperative sociali in quanto ONLUS ai sensi del D.Lgs. n. 460/1997 se sono iscritte come tali nell’Albo Nazionale delle società cooperative – sezione a mutualità prevalente.

La Tassa di Concessione Governativa deve essere versata sul conto corrente postale n. 8003, intestato all’Agenzia delle Entrate – Centro operativo di Pescara. L’attestazione del versamento effettuato deve essere scansionata, sottoscritta digitalmente dal soggetto obbligato e allegata all’istanza presentata. Per approfondimenti consultare le sezioni dedicate alle attività soggette a verifica requisiti o mediatori/agenti e rappresentanti di commercio/spedizionieri.

Dove andare

UFFICIO REGISTRO IMPRESE
Largo di Porta Pradella, 1
46100 Mantova
Tel. 199 509 911
Fax 0376234361
Per inviare una e-mail consulta la pagina dei contatti

ORARIO DI APERTURA AL PUBBLICO:
martedì e mercoledì dalle 8:30 alle 12:30, il giovedì dalle 8:30 alle 12:30 e dalle 15:00 alle 16:00.
I numeri di prenotazione per l'accesso agli sportelli sono distribuiti sino a 15 minuti prima dell'orario di chiusura.